13
Ott 
11

Consegnati 1000 libri!

Consegnati ieri mattina i volumi raccolti grazie al progetto nato dalla collaborazione tra Fondazione Abio Italia, Ausl di Cesena e Giunti al Punto.
La Pediatria dell’ospedale Bufalini di Cesena si arricchisce di 1007 libri destinati ad allietare la permanenza dei piccoli ospiti del reparto. Questa mattina è avvenuta la cerimonia di consegna dei volumi raccolti grazie al progetto “In ospedale c’è un bambino che… donagli un libro!”, promosso dalla Fondazione Abio Italia, in collaborazione con l’Azienda Usl di Cesena e Giunti al Punto. Presenti, tra gli altri, l’Assessore alla Cultura del Comune di Cesena Elena Baredi, il Direttore Generale dell’Ausl di Cesena Maria Basenghi, la pediatra di Comunità e responsabile aziendale dei progetti “Nati per Leggere” e “Nati per la Musica” Anna Faetani, il primario del reparto di Pediatria Mauro Pocecco e la titolare della Libreria Giunti al Punto Mirna Foschi.
Durante tutto il mese di agosto, alla libreria Giunti di piazza Papa Giovanni Paolo II, è stato allestito un apposito spazio in cui i clienti hanno potuto acquistare a un prezzo scontato del 15% uno o più libri per poi donarli alla Pediatria cesenate. Fiabe, libri di animazione, romanzi per ragazzi e altre letture adatte ai più piccoli sono state raccolte insieme ai messaggi di auguri e di affetto di chi ha voluto accompagnare il proprio dono con una o più frasi rivolte ai bambini ricoverati in Pediatria. A ciascun donatore, infatti, è stato messo a disposizione un adesivo, realizzato appositamente, per testimoniare la propria vicinanza a tutti i bambini e adolescenti che leggeranno i libri la loro permanenza in ospedale. I volumi andranno a riempire le librerie del reparto di Pediatria e della Pediatria di Comunità generosamente donate da Confesercenti che da sempre sostiene il progetto “Nati per leggere”.
L’Azienda Usl di Cesena ringrazia la Fondazione Abio Italia e la libreria Giunti al Punto per la donazione, che sostiene con generosità l’impegno aziendale, portato avanti da diversi anni, di promuovere la lettura nei bambini di qualsiasi età, con particolare attenzione alla lettura ad alta voce, attraverso il più ampio progetto “Nati per leggere”. Recenti ricerche scientifiche dimostrano infatti come leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia un’influenza positiva dal punto di vista relazionale, della comprensione del linguaggio e della capacità di lettura. Questa esperienza stimola il bambino all’abitudine a leggere, che si protrae poi nelle età successive anche grazie all’imprinting precoce legato alla relazione.
 
Un ringraziamento anche alla Banca Popolare dell’Emilia Romagna – sede di Cesena che ha arricchito la raccolta dei volumi con una generosa donazione.
Rassegna Stampa:
Condividi questo articolo:
Facebook Twitter Digg Myspace Msn
  • Articoli recenti

  • Archivi