01
Apr 
07

Lagrimas y Flamenko

 

Già possibile prenotarsi per il grande evento di danza in programma il 30 aprile al Teatro Bonci. 

Immaginiamo di percorrere la Spagna dal sud dell’Andalucia da cui ha origine il flamenco, la danza gitana, vagabondando da est a ovest fino al nord, inciampando in vari stili di cante, baile, toque, a seconda delle influenze etnico-storiche che caratterizzano le danze di ogni regione. 

“In viaggio, vi prendiamo per mano per accompagnarvi in amicizia in terra ospitale, lungo i sentieri e le strade dell’arte e della passione per condurvi insieme a noi ad una meta precisa: il flamenco, e i suoi sentimenti.”

Lacrime e flamenco, anima di una terra. Va in scena lunedì 30 aprile 2007 alle ore 21.00  al Teatro Bonci di Cesena il grande evento di danza a scopo benefico, promosso dall’Ausl di Cesena in collaborazione con AVIS, Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena, ERT e Promolink, e sostenuto da Banca di Cesena, Formula Servizi, Onit Group e Wafra.

Il ricavato della serata, infatti, verrà devoluto al progetto di raccolta fondi “Pediatria a misura di bambino”, per sostenere l’attività dei giovani volontari dell’Associazione di Iqbal in favore dei bimbi ricoverati al Bufalini.

Diviso in due atti, lo spettacolo si apre con le voci dei bambini gitani che confondendosi con le note di un pianoforte introdurranno alla scoperta di una terra, di una cultura e di un popolo; si prosegue con le fusioni della cultura flamenco spagnola con quella folcloristica cubana con i testi che parlano della Habana de Cuba, delle sue donne e dei tanti amori. Dopo la poesia de Juan Ramon Jimenez, spazio alle danze con l’elegante Sevillana Paya.

L’atto secondo regala l’opera del compositore e violoncellista Luigi Boccherini “Fandangos Españoles” eseguita grazie alla partecipazione dell’Istituto di cultura musicale Corelli. E poi le danze si scatenano con il Tango Flamenco, dallo stile molto allegro e spensierato, al Tientos, ballo lento, elegante e maestoso, fino alla Sevillana gitana, sfrenata, rapida, tipica delle feste gitane e delle processioni religiose, e al Final de fiesta pour bulerìa, canti e balli allegri e festosi che chiuderanno il viaggio nelle emozioni che accompagnano tutte le esibizioni di flamenco.

Condividi questo articolo:
Facebook Twitter Digg Myspace Msn
  • Articoli recenti

  • Archivi