06
Feb 
14

Nuovi libri in dono ai piccoli pazienti del Bufalini

locandina punto raccolta

Grazie a due generose donazioni della Libreria Mondadori e del Quartiere Cesuola di Cesena gli “angoli lettura” allestiti all’interno  del reparto di Pediatria dell’ospedale Bufalini e nelle sale di attesa dei sei consultori pediatrici del territorio cesenate (Cesena, Cesenatico, Mercato Saraceno, Savignano, Gambettola, Sarsina e San Piero in Bagno) si arricchiscono di un  centinaio di nuovi libri.

Di questi, 40 volumi sono stati donati dai bambini del Quartiere Cesuola che, in occasione della Festa di Natale, hanno deciso di donare un proprio libro ai piccoli pazienti ricoverati nel reparto di pediatria dell’ospedale Bufalini.

I restanti volumi, donati dalla Libreria Mondadori, sono stati raccolti nell’ambito della iniziativa “Donagli un libro!“, promossa anche quest’anno dalla stessa libreria in occasione delle festività natalizie, a cui  tanti bambini hanno aderito scegliendo di acquistare un libro e di donarlo ad un loro coetaneo meno fortunato. Ma da oggi chi vorrà potrà sempre scegliere di dare ai propri libri una seconda vita. All’interno dei locali della libreria Mondadori è, infatti, allestito un nuovo punto di raccolta a cui si potrà rivolgere chi, portando in dono un libro nuovo o usato, vorrà testimoniare la propria vicinanza a tutti i bambini che potranno leggerlo durante la loro permanenza in ospedale

(per informazioni contattare dott.ssa Anna Faetani, Dipartimento Cure Primarie, U.O. Pediatria e Consultorio Familiare – Cesena al numero 0547 394214, e-mail anna.faetani@ausl-cesena.emr.it )

L’iniziativa rientra nell’ambito di “Liberaunlibro”, il progetto promosso dalla Pediatria di Comunità di Cesena in collaborazione con la Biblioteca Malatestiana di Cesena – Sezione Ragazzi, per raccogliere libri nuovi o usati per arricchire gli angoli lettura dei reparti pediatrici del Bufalini e delle sale di attesa degli ambulatori pediatrici.

“Liberaunlibro” si inserisce all’interno del più ampio progetto “Nati per leggere”, promosso dall’Associazione culturale pediatri e dall’Ausl per incentivare la lettura nei bambini di qualsiasi età, con particolare attenzione alla lettura ad alta voce. Recenti ricerche scientifiche dimostrano, infatti, come leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una influenza positiva dal punto di vista relazionale, della comprensione del linguaggio e della capacità di lettura. Questa esperienza stimola il bambino all’abitudine a leggere, che si protrae poi nelle età successive anche grazie all’imprinting precoce legato alla relazione.

L’Ausl ringrazia la libreria Mondadori, il Quartiere Cesuola e tutti coloro che hanno contribuito ad arricchire la raccolta dei volumi.

Rassegna Stampa:

La Voce di Romagna: 07/02/2014

Il Corriere di Romagna: 07/02/2014

Cesenatdoday.it

Saluter.it

Condividi questo articolo:
Facebook Twitter Digg Myspace Msn
  • Articoli recenti

  • Archivi