31
Lug 
11

Sostieni la clown terapia nel percorso Chirurgico Pediatrico

Il 2010 è stato per noi un anno davvero importante, perché abbiamo realizzato un grande progetto che ci stava  a cuore: abbiamo allestito le pareti del blocco operatorio pediatrico, completando il percorso di umanizzazione del reparto di pediatria.

Grazie al contributo generoso di tutti i sostenitori del progetto, siamo riusciti ad arredarle, con mobili, letti, poltrone e arredi colorati, giochi e materiali che hanno reso le stanze accoglienti e allegre. Ciò sempre con l’obiettivo di rendere meno traumatici i momenti più difficili dell’esperienza ospedaliera. L’intervento chirurgico è un evento stressante per chiunque debba affrontarlo, specialmente per i bambini, che mostrano ansie molto maggiori rispetto agli adulti, paure alimentate anche dalla non comprensione della necessità dell’intervento chirurgico.

Ora, visti i risultati positivi della clown terapia per la riduzione dell’ansia durante la degenza, vogliamo estendere la presenza dei clown dottori anche al blocco operatorio .

Per gestire l’ansia preoperatoria spesso si utilizzano farmaci, ma da anni con il progetto “I nasi Rossi del Dottor Jumba” e la clown terapia in corsia utilizziamo anche l’interazione con il bambino attraverso la sua partecipazione durante la fase di induzione dell’anestesia.

I clown dottori infatti coinvolgono il bambino e il genitore in rappresentazioni giocose di ciò che sarà l’intervento, accompagnando il bambino e la famiglia nel percorso chirurgico.

Gli stessi operatori sanitari chiedono sempre più spesso il supporto dei clown dottori nel difficile compito di somministrazione di cure a volte dolorose e invasive.

I bimbi sono pieni di risorse e quando vediamo un bambino sorridere anche durante l’esperienza del dolore, troviamo la forza e l’entusiasmo per continuare queste attività, nonostante le difficoltà del momento, in cui le risorse sono sempre più scarse.

Il costo annuale per poter garantire la presenza dei clown dottori anche nelle fasi di accompagnamento e del risveglio è pari a 12.000 €/anno e per poter realizzare il nostro sogno abbiamo bisogno del tuo aiuto.

Ti ringraziamo per quanto hai già fatto fin qui e ti chiediamo di continuare a sostenerci, perché solo unendo tutte le forze sarà possibile far vivere questo progetto.

GRAZIE!

Condividi questo articolo:
Facebook Twitter Digg Myspace Msn
  • Articoli recenti

  • Archivi